Torte nuziali, molte forme per un unico scopo: sorprendere

Al di là delle tradizioni, sempre attuali, c’è un altro aspetto che caratterizza la scelta della torta nuziale, ed è il gusto personale degli sposi, la loro voglia di sorprendere, di rendere il momento clou del banchetto romantico, divertente, magico oppure scenografico.

Oggi sono moltissime le forme e le tipologie di torte nuziali da scegliere ma la più famosa (e forse la più usata) è la torta a piani, che in genere è costituita da 3 o 5 piani, ma a volte anche di 7 (il numero deve essere dispari). I piani sono composti da altrettante torte, sovrapposte oppure tenute insieme tramite una struttura adatta.  C’è poi la torta “a cappelliera”, composta da tre piani, rotonda, molto estesa in superficie (a volte i diametri raggiungono il metro e mezzo).

La torta all’inglese, è, appunto, tipica della tradizione anglosassone e prevede una serie di cubi o cilindri di dolce sovrapposti, decorati con festoni ma, negli ultimi anni, si è diffusa con largo consenso, la torta all’americana, composta da più piani di pan di spagna ricoperta da pasta di zucchero modellabile a piacimento. Queste torte diventano delle vere e proprie sculture di glassa o ghiaccia reale.  Sempre dall’America giunge la tradizione della torta monoporzione, ossia miniriproduzioni della torta originale da consegnare ad ogni invitato.

Leave a Reply