La primavera è il periodo hot per riprendere la forma fisica dopo un lungo e nevoso inverno, ma troppo spesso ci si affanna a perdere i chili accumulati commettendo l’errore di digiunare o mangiare troppo poco e male. In pochi sanno che alcuni addensanti utilizzati in pasticceria risultano anche essere ottimi per la salute dell’organismo, ingredienti naturali dalle proprietà dimagranti ma che in pochi sconoscono, iniziamo da: Agar Agar e Farina di semi di Guar (o gomma di Guar), che è possibile trovare in negozi specializzati  nella vendita di prodotti per pasticceria e cake design e si presentano sotto forma di polveri da aggiungere agli alimenti.


Agar Agar – E’ un gelificante naturale derivato dalle alghe rosse giapponesi, molti lo conoscono perché usato dai grandi chef nelle loro ricette esclusive ma pochi sanno che grazie al suo elevato contenuto di fibre, l’Agar Agar è un ottimo integratore alimentare.  Il suo gusto neutro lo rende versatile sia in preparazioni dolci che in quelle salate. E’ sempre consigliabile assumerlo massimo una volta al giorno altrimenti risulterebbe troppo lassativo.

Usi alternativi: In un regime nutrizionale dietetico può essere usato anche solo sciolto in acqua e bevuto prima dei pasti per indurre il senso di sazietà, oppure come ingrediente per preparare gelatine di frutta o verdura, o dolci semplici senza dover aggiungere uova e zucchero.

Farina di Guar – Come l’Agar Agar, la farina di Guar è un addensante/gelificante che deve la sua fama all’uso che ne viene fatto in cucina per la preparazione di marmellate, budini, gelati e dolci da forno. La farina di Guar è una fibra idrosolubile derivata dalle leguminose, una volta nell’intestino si trasforma in sostanza gelatinosa capace di regolarizzare l’indice glicemico, ridurrei colesterolo e l’assorbimento dei grassi. Per queste sue proprietà è molto usata in programmi alimentari specifici per contrastare i disturbi da diabete.

Usi alternativi: per dare consistenza a preparazione prive di grassi e che quindi risulterebbero acquose, come le minestre e le salse. Oppure come sostituto del burro per mantecare un risotto dietetico, magari quello integrale che non rilascia amido.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *